propagazione
Blog,  How to

L’ormone stimolante della radice: come usare gli ormoni di radice per le piantagioni di piante.

Esistono diversi modi per far riprodurre una pianta, uno di questi è per talea. La tealea consiste nel prelevare un pezzo di pianta e far in modo che ricrescano le radici.  Un altro modo è quello di utilizzare un ormone radicale, asportando la radice, tagliando il gambo e le foglie.

Scopriamo assieme cosa è l’ormone per la crescita.

Di solito quando si desidera propagare le piante usando il taglio del gambo, si utilizza un ormone che stimola la crescita della radice. L’ormone radicolare aumenta la possiblità di radicamento della pianta nella maggior parte dei casi. Quando si utilizzano gli ormoni la radice della pianta si svilupperà piu velocemente e qualitativamente in modo migliore. Può essere utile da utilizzare quandoc i sono delle piante che hanno un apparato redicale che solitamente si sviluppa tardivamente.

Dove si può acquistare l’ormone della radice?

Gli ormoni radicali possono trovarsi in commercio in diverse forme; la polvere è più facile da lavorare e si possono trovare presso i più comuni negozi di gardening e centri commerciali.

Come utilizzare gli ormoni di radice per le piantagioni di piante

Fase 1

– fare sempre un talgio ffresco e pulito.
– rimuovere le foglie eccedenti dal taglio ed iniziare il processo.

Fase 2

– NON immergere mai la pianta direttamente nell’ormone! in quanto questo deve rimenere lontano dalle contaminazioni.
– posizionare l’ormone in un contenitore pulito
– inserire la pianta per circa un centimentro nell’ormone

Le nuove radici si formeranno in questa nuova zona. preprate in fine un vaso con del terreno umodo e coltivare la talea appena fatta ricoprendola con telo di plastica.
La nuova pianta dovrebbe essere posta in una posizione soleggiata dove riceverà luce filtrata. In attesa di una nuova crescita radicale, assicuratevi di mantenere il taglio del gambo umido ed attendete che si fornino le nuove foglie.
Appena risultano visibile le nuove foglie, rimovere il telo e la pianta è pronta.

di By Susan Patterson, Master Gardener  by gardeningknowhow

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *